Caro Giorgio,

Abbiamo preso atto del crollo progressivo di tutto cio' che era stato concordato agli inizi di Agosto, ed abbiamo ritenuto che i familiari di Scieri non possano essere esposti al rischio di una iniziativa misera e poco partecipata.

Con la presente pertanto, avendo rinunciato a realizzare per il 29 l'iniziativa e deciso di rinviarla al prossimo 2 Febbraio, ringraziandoti per il tempo consumato sulla nostra richiesta, ti chiedo di considerare nulle le precedenti richieste e, se ti e' possibile, di fissarci un incontro formale con il Sindaco della Citta' di Pisa per valutare quali disponibilita' reali ci siano per il prossimo due Febbraio e quali percorsi burocratici siano da seguire da qui a quella data per non avere altre sorprese.

Mi piacerebbe se tu potessi e volessi confermare ai familiari di Scieri che quanto andavamo a garantire loro sugli accordi intercorsi non fosse una nostra invenzione ma fossero frutto di incontri e conseguenti accordi che solo per coincidenze imprevedibili sono poi venuti meno.

Mi auguro solo che questa serie sconcertante di coincidenze contrarie non abbia alcuna relazione con l'invito formalmente pervenuto al Comandante della Folgore perche' intervenisse alla manifestazione.

Aspetto per ora una tua convocazione per l'incontro con il Sindaco e ancora grazie della disponibilita'